giovedì 6 dicembre 2018

Brasile: sicurezza e criminalità

La sicurezza, o meglio, l'assenza di criminalità è il grande tema in Brasile attualmente.
Si chiede sicurezza, ed io che vivo al secondo piano con le grate alla finestra e la recinzione elettrica non sono l'eccezione.
L'altro ieri la polizia ha intercettato, dopo una soffiata,
un gruppo di rapinatori che avevano rapinato due banche in una piccola cittadina
utilizzando come scudo gli abitanti e portandosi via in ostaggio il direttore di una della banche.
Nel conflitto a fuoco sono morti sei rapinatori e l'ostaggio.
Ieri, di nuovo dopo una soffiata, la polizia ha intercettato dei rapinatori che,
a quanto pare, si preparavano a rapinare un'altra banca.
Nel conflitto a fuoco sono morti quattro dei presunti rapinatori, il più anziano aveva 19 anni.
Il più giovane, di quindici anni, è rimasto illeso ed ora è in un carcere minorile.

lunedì 3 dicembre 2018

Brasile: Garajao ed altro

Oggi sono andato a pagare la mensilità del 'garajao'.
Si tratta di un garage dove lasciare la macchina custodita.
È caro, sono R$ 315 al mese, attualmente circa 90 euro,
ma qui non puoi lasciare la macchina in strada e quindi chi, come me,
non ha un garage proprio deve sottostarsi a questa spesa.
In realtà l'edificio è un cinema dismesso e perciò si parcheggiano le macchine dove c'erano le poltrone, in discesa.
Il palco (era un cinema teatro) serve per le moto.
La biglietteria è diventata una farmacia e il mezzanino un ristorante.
Davanti, nel marciapiede che divide le carreggiate del viale,
da sempre, su un filo steso tra due palme,
un vecchietto vende magliette false delle due squadre della città.
Di fronte, sull'altro lato del viale, un'altra farmacia
e un distributore con i cartelli dei prezzi della benzina in contanti,
R$ 4,599 (circa un euro e dieci), e con carta di credito R$ 4,699.
Dimenticavo anche il 'garajão' ha due prezzi, R$ 315 con carta di credito e R$ 305 in contanti.
Pago 10 in più un po' per stizza (prima, tre mesi fa, c'era un solo prezzo),
un po' per far pagare le tasse anche al padrone del garage
e, in fondo, così accumulo punti sulla carta di credito.   

martedì 13 giugno 2017

Ferrari 250 GT - figurina SIDAM

Ecco la figurina di una Ferrari
fuori dagli schemi attuali
"Cabriolet Pinin Farina"
(il nome era ancora separato).



(da archivio personale)

lunedì 12 giugno 2017

Lambro 1970

Questa foto l'ho scattata nel 1970,
nei pressi di Borghetto Lodigiano.
Non sono mai più passato in quei paraggi.
Spero non sia peggiorato.


(da archivio personale)

domenica 11 giugno 2017

6 Festa del Proletariato Giovanile - 1976

Gli anni passano.
Oggi perfino il titolo della festa
sembra molto distante nel tempo.
In ogni caso, un tributo ad un tempo,
ad un'epoca piena di tensioni.



(da archivio personale)

sabato 10 giugno 2017

Naviraí 1980 - conflitti di terra

Ecco due 'buoni di solidarietà',
per i contadini del comune di Naviraì,
nello Stato del Mato Grosso do Sul,
in Brasile.
Un buono da 10 e l'altro da 100.
I buoni riproducono la banconota da Cr$ 1,00
in corso legale all'epoca.
Questa iniziativa si inserisce in uno dei conflitti
di terra che pullulavano in tutto il Brasile
negli anni ottanta.
I conflitti di terra continuano
ancor oggi violenti e ingiusti
in nome di una 'frontiera agricola'
che deve espandersi per poter 'sviluppare' il Paese.
Sviluppo ostacolato dai contadini
e dagli 'indios' che si ostinano a creare
problemi al 'progresso'.



Traduzione di quanto scritto
sul "buono solidarietà":

"Dopo aver lavorato la terra durante anni
per rendere produttiva una terra incolta,
circa 200 famiglie di mezzadri sono minacciati
di espulsione dalla "Fazenda Jequitibà",
senza il preavviso previsto dalla legge dello "Statuto della Terra"
e senza il minimo rispetto dei diritti umani fondamentali.
La fame minaccia queste famiglie che hanno avuto i campi
distrutti dal bestiame del 'fazendeiro' 
dopo che i "jagunços" (mercenari)
ingaggiati dal padrone hanno distrutto i recinti dei campi.
Contro questo crimine vergognoso 
e in difesa di queste e altre migliaia di famiglie
che lottano perché la terra sia di chi la lavora
si è formato il comitato di solidarietà ai contadini di Naviraì
che ringrazia per il suo appoggio"

Per chi conosca il portoghese
e voglia approfondire il tema,
basta digitare "conflitos de terra"
su qualsiasi motore di ricerca.

venerdì 9 giugno 2017

Santino artigianale 1884

Questo santino,
ricamato a mano,
porta sul retro il timbro di
"Ghelfi Giuseppe, depositario bibblico"
e la scritta a mano:
"[...]oda Ghelfi, Pasqua 1884.



(da archivio personale)

   

sabato 3 giugno 2017

Giulietta T.I - figurina cartonata SIDAM

Ecco un'altra figurina SIDAM.
La Giulietta TI era una gran macchina,
anche se quando ero piccolo io
era già vecchia.
Dal sito figurinecartonate apprendo
che la figurine che sto pubblicando
furono stampate nel 1961
e che facevano parte di un albuma con 117 figurine.




(da archivio personale) 

venerdì 2 giugno 2017

Giornata del quotidiano cattolico - santino

Questo è un santino un po' speciale.
Si tratta della "Giornata del quotidiano cattolico",
sul retro riporta una preghiera con la data
del 22 aprile 1942.
Non so se il santino sia di quella data o no.
Certo che 200 giorni di indulgenza...
Si tratta di un santino in bianco e nero
su carta semplice e fine (carta di giornale?).
Ho scoperto su internet che questa 'Giornata'
esiste ancora.



 (da archivio personale)

giovedì 1 giugno 2017

SP 121 - 1968

Questa fotografia, davvero poco eccezionale,
è una delle prime scattate da me,
con una Bencini.
Il soggetto, banale per chiunque,
era invece importante per me.
Quell'albero, tagliato nei giorni seguenti,
era nei campi dove andavo a giocare da bambino.
Ora c'è la strada, la CGT e, poco più in là,
la tangenziale est.
La mia annotazione,
di molto posteriore alla foto,
dice "1968".
All'epoca era un simbolo del progresso.


(da archivio personale)